1 / 25
allegramartin_castelfranco_15«
»

“Quel che in ogni caso è certo è che il movimento in questione, quello dell’ariete, non si limita a condurre dall’interno della grotta all’esterno, all’aria aperta, ma trasferisce il soggetto dal luogo allo spazio. E’ precisamente in questo senso che nulla è più come prima, per Ulisse e i compagni scampati alla furia del gigante. Un luogo, è stato affermato, è un “campo d’attenzione”, la cui forza dipende dall’investimento emotivo di chi lo frequenta. A differenza di un monumento, un luogo non può essere conosciuto dall’esterno, ma soltanto dall’interno, ed esso è strettamente connesso alla nostra identità, che è qualcosa di definibile unicamente in competizione con gli altri. Proprio per questo ogni luogo è un piccolo mondo, nel senso di qualcosa che dipende da un complesso di relazioni tra gli esseri umani.”

Franco Farinelli, “Geografia. Un’introduzione ai modelli del mondo”, Giulio Einaudi Editore, Torino, 2003

2013 | Castelfranco Veneto